Spese condominiali straordinarie: chi le paga?

Non esiste una legge che definisca esattamente chi debba pagare le spese straordinarie e quando lo debba fare.

Durante una compravendita immobiliare possono succedere molte cose, ma la più frequente è questa: hanno deliberato delle spese straordinarie prima dell’atto, adesso chi le paga?

Non esiste una legge che definisca esattamente chi debba pagare le spese straordinarie e quando lo debba fare, ma diverse sentenze della cassazione danno delle direttive.

Le due strade che si seguono di più sono queste:

Diritto di Proprietà

La prima linea segue il diritto di proprietà. Mi spiego meglio: finché sono proprietario pago io, quando tu sarai il proprietario della casa, sarai tu a doverti fare carico delle spese.

Godimento dei Lavori

La seconda strada parte dal presupposto che paghi chi usufruirà del lavoro effettuato: ad esempio con un lavoro deliberato oggi dall’assemblea condominiale e l’atto di compravendita tra un mese, il lavoro sarà pagato dall’acquirente che fruirà dei lavori effettuati.

Una soluzione che ho trovato per superare la questione è questa: dare la possibilità all’acquirente di intervenire in assemblea condominiale, così sarà lui a decidere se deliberare oppure no la spesa straordinaria. Il venditore non voterà mai di sì ad un lavoro straordinario, quindi l’acquirente si troverà, suo malgrado, a decidere di un lavoro che era comunque già in previsione.

È bene definire fin da subito chi decide eventuali delibere straordinarie così che difficilmente si possa incappare in situazioni scomode che possano mandare a monte la compravendita.

Hai trovato interessante questo articolo? Scopri come posso aiutarti nella compravendita di un immobile, sia residenziale che commerciale. Contattami!

Ernesto Palano – Consulente immobiliare
Corso Trapani 151 – Torino
Tel: +39 333 845 1157
Email: info@ernestopalano.it

Post recenti

Leave a Comment

WhatsApp chat