Quali ipoteche esistono?

Quali ipoteche esistono?

Mi scusi, c’è qualche ipoteca sulla casa? Una delle domande che mi viene fata quando una persona desidera acquistare un immobile è proprio questa. Userò termini semplici e poco tecnici. In questo articolo mi interessa aiutarvi a distinguere un’ipoteca da un’altra.

Ma che cos’è l’ipoteca?
In poche parole, è una garanzia. La banca o un eventuale creditore per garantirsi di una possibile
inadempienza da parte del debitore di un finanziamento o di qualsiasi altro credito utilizza l’ipoteca.
L’art. 2808 del Codice civile dice: “L’ipoteca attribuisce al creditore il diritto di espropriare, anche in confronto del terzo acquirente, i beni vincolati a garanzia del suo credito e di essere soddisfatto con preferenza sul prezzo ricavato dall’espropriazione. L’ipoteca può avere per oggetto beni del debitore o di un terzo e si costituisce mediante iscrizione nei registri immobiliari. L’ipoteca è legale, giudiziale o volontaria”.

Quante ipoteche esistono? Le ipoteche sono di tre tipi: volontaria, legale e giudiziale.

1 – Ipoteca volontaria

La parola volontaria rispetto a legale e giudiziale sicuramente non fa tremare le gambe e questo dice già tanto sulla differenza tra le tre. È l’ipoteca utilizzata dalle banche quando ci viene concesso un mutuo; la banca a tutela del suo credito iscrive un’ipoteca volontaria sull’immobile a garanzia del credito stesso. Per volontà delle parti, la garanzia è la casa.

2 – Ipoteca legale
È una forma di tutela che il venditore di un immobile, al fine del rispetto di un pagamento nelle forme stabilite per contratto, fa valere sullo stesso bene messo in vendita. In poche parole, un venditore per garantirsi per esempio, che l’assegno che gli viene fatto all’atto vada a buon fine potrebbe richiedere come garanzia l’ipoteca legale. Per legge è uno strumento che potrebbe utilizzare ma si evita in quanto la sua cancellazione è costosa e se l’acquirente richiedesse un mutuo, la banca non l’accetterebbe mai.

Le banche vogliono sempre essere i primi datori di ipoteca. Le ipoteche vanno per gradi. I creditori che varranno garantiti prima sono quelli che hanno un grado superiore. Quindi, se la prima ipoteca iscritta è quella legale iscritta dal venditore, difficilmente verrà concesso il mutuo.

Insieme al venditore gli altri che posso utilizzare l’ipoteca legale sono:
– Eredi, soci e coloro che hanno condiviso il pagamento dell’immobile ipotecabile;
– Lo Stato, nel caso si voglia rivalere sul proprietario per importi non pagati a seguito di debiti e imposte con esso.

Quali ipoteche esistono?

3 – Ipoteca giudiziale
Già dalla parola si capisce chi ha deciso che venga iscritta un’ipoteca del genere: un giudice.
Il creditore per garantirsi che il suo credito venga saldato chiede in via forzata al giudice l’iscrizione dell’ipoteca.
Tra gli esempi che si possono trovare ci sono:
– Debiti societari;
– Debiti con coniugi separati o divorziati;
– Debiti condominiali.

Dove trovo le ipoteche?
Per capire quali ipoteche sono iscritte su una casa o su qualsiasi tipo di immobile bisogna richiedere una visura ipotecaria. Questa ti può essere fornita da un Notaio o da un soggetto abilitato. Insieme alla visura ricorda di chiedere anche tutte le note dove troverai i nomi degli eventuali soggetti creditori. Non tutte le ipoteche sono uguali ma ognuna di esse può nascondere all’interno un’insidia. Prima di acquistare un immobile chiedete sempre una visura ipotecaria per non incorrere in brutte sorprese.

Quali ipoteche esistono?

Guarda il video completo dell’argomento “Quali ipoteche esistono?”

Iscriviti al mio canale Youtube per rimanere aggiornato sul mondo immobiliare

Se oltre a conoscere “Quali ipoteche esistono?” vuoi sapere come vendere una casa con ipoteca ti consiglio di leggere questo articolo