Skip to content

Certificazione energetica: perché è importante?

Certificazione energetica: perché è importante?

Magari qualcuno di voi lo conosce già oppure ne ha almeno sentito parlare. Ma in quanti sanno
perché è importante l’APE?

Inizio a spiegare per chi non lo conoscesse che cos’è l’ape. L’ape è un certificato redatto da un “soggetto accreditato” dalla Regione, geometra, ingegnere o architetto che definisce le caratteristiche energetiche di un fabbricato o di un alloggio.

Le regole cambiano da Regione a Regione, quindi è opportuno affidarsi ad un professionista della Regione in cui si trova l’immobile. In un mondo come quello di oggi, dove il consumo energetico è uno degli elementi che una persona valuta per scegliere un elettrodomestico piuttosto che un auto, anche per la casa è diventato una delle caratteristiche che si prende in considerazione nella scelta di un immobile.

Che cosa verifica l’APE?
Verifica la classe energetica del vostro immobile, che può andare da N.C. (più bassa) ad A/4 (la più
alta).

Cosa fa il tecnico?

Dopo un attento sopralluogo, il Certificatore grazie all’utilizzo di specifici software effettua
un’analisi energetica dell’immobile prendendo in considerazione:

  • le caratteristiche geometriche e di esposizione dell’immobile
  •  le caratteristiche delle murature e degli infissi
  • la tipologia degli impianti presenti per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di
    acqua calda sanitaria
  • eventuali impianti di ventilazione meccanica
  • eventuali sistemi di produzione di energia rinnovabile

In seguito il Certificatore elabora i calcoli, compila il documento e rilascia l’APE nel quale sintetizza le caratteristiche energetiche dell’immobile. L’APE va conservato con il libretto della caldaia e consegnato al nuovo proprietario o al locatario.

Alla fine dell’analisi il Certificatore invierà l’ape alla Regione competente, la quale rilascerà la
ricevuta di presentazione. Insieme all’APE è importante conservare anche la ricevuta.

Quanto dura?
Dipende. Solitamente dura 10 anni ma bisogna fare attenzione ad una cosa e cioè al tipo di riscaldamento. Se siamo in presenza di un riscaldamento centralizzato la durata è di 10 anni se invece il vostro è un riscaldamento autonomo, per far si che duri 10 anni, dobbiamo avere il bollino verde. Diversamente durerà solo un anno.


Quanto costa?

Il costo di un certificato, come per altri servizi professionali, non è soggetto a tariffazione minima.
Il prezzo solitamente varia da 150€ ai 200€.

Certificazione energetica: perché è importante?

L’ape sia per la vendita sia per la locazione è obbligatorio e la classe energetica va dichiarata già
nella fase della pubblicità di un immobile. È uno degli elementi di valutazione di un affare che
prende in considerazione un acquirente. Va da sé che se dichiariamo una classe energetica errata
nasce un problema.

Cerco di farti un esempio per aiutarti a capire: se dichiariamo che la nostra casa è una classe
energetica E, mentre invece è una F, l’acquirente potrà tranquillamente chiederci uno sconto sul prezzo o ancora peggio, chiederci l’annullamento dell’atto.

Quindi diffidate sempre di annunci immobiliare dove leggete “ape in fase di redazione” o cose simili. È vostro diritto sapere fin dall’inizio il consumo energetico di un immobile.

Certificazione energetica: perché è importante?

Guarda questo video e scopri perché la certificazione energetica: perché è importante?

 

Iscriviti al mio canale Youtube per rimanere aggiornato sul mondo immobiliare.